sabato 30 aprile 2011

Turkey Roman Ruins of Aphrodisias



Lots of Roman remains in Turkey are unexcavated but part of the town of Aphrodisias has been uncovered.

lunedì 25 aprile 2011

Il Ministero conferma: «Strade e ville nell'area del Cis»

Il Ministero conferma: «Strade e ville nell'area del Cis»
g.p. con la collaborazione di Antonella Fadda
Il Giornale di Vicenza 5/3/2011

Sono state trovate varie strutture di epoca romana, con abitazioni rustiche, due fornaci, nuclei di necropoli e un tracciato viario

«Un complesso di strutture di epoca romana fra cui i resti di una villa rustica e di altre costruzioni, di due impianti produttivi, di alcuni nuclei di necropoli e di un tracciato stradale». Sono questi i risultati delle indagini preliminari compiute, fra il novembre del 2008 e l'ottobre del 2009, nell'area del Cis di Montebello. La conferma di quanto anticipato ieri dal Giornale di Vicenza arriva dalla fonte più autorevole, il Ministero per i beni e le attività culturali, attraverso il suo ufficio distaccato, la Soprintendenza per i beni archeologici del Veneto. La nota è firmata da Maria Cristina Vallicelli, funzionario di zona. L'indagine archeologica, si spiega, venne disposta dalla Soprintendenza dopo la presentazione, nella primavera del 2008, del progetto preliminare per la realizzazione del Centro interscambio merci in località Signolo, a Montebello. «Tali indagini iniziate a novembre 2008, sono state effettuate da una ditta archeologica specializzata incaricata dalla committenza (la Archeidos, ndr), sotto la direzione scientifica della Soprintendenza.». La fase preliminare ha permesso di scoprire l'esistenza di varie strutture, come si è detto. «E’ stato necessario procedere ad uno scavo archeologico in estensione - dice ancora Vallicelli - per verificare l'effettiva consistenza dei resti. Lo scavo è stato effettuato nel corso del 2009 e ha interessato solo alcune delle strutture precedentemente individuate». Quindi non tutto è stato studiato con la necessaria completezza. Cos'è stato portato alla luce? «I resti di una villa rustica, ben leggibile nella sua articolazione planimetrica e di una seconda struttura probabilmente simile, ma conservata in modo estremamente lacunoso». Naturalmente il termine "villa rustica" va inteso in senso storico, cioè una residenza con funzioni di fattoria, e non nel senso della villa moderna. «Sono poi stati scavati i resti di due fornaci, entrambe in stato di conservazione molto residuale, e un tratto del tracciato viario che procede grosso modo con andamento Sud-Ovest/Nord-Est, individuato essenzialmente grazie ai due fossati laterali per la quasi totale abrasione del piano e del sottofondo stradale». Non è escluso che si tratti della Postumia, la via romana che congiungeva Genova e Aquileia. La campagna di scavo archeologico è stata interrotta il 7 ottobre 2009 con una comunicazione da parte del Cis. «Le strutture emerse - conclude la nota - sono state ricoperte accuratamente al fine di garantirne una corretta conservazione, in vista di una ripresa delle indagini archeologiche».

Legions of Rome

Legions of Rome
Stephen Dando-Collins

Le storie delle 44 legioni, i pretoriani, e delle unità di guardia del corpo.
Le legioni attraverso decine e decine di battaglie che coinvolgono le legioni di Roma tra il 29 aC e 410 dC, tutte descritte in dettaglio, utilizzando con ampie mappe, tabelle e diagrammi.
Le campagne della Roma imperiale e dei più grandi generali, tra cui Agrippa, Germanico, Plauzio, Vespasiano, Corbulone, Paolino, Tito, Traiano, Arriano, Aurelio, Pertinace, Severo, Costantino, Giuliano, e Stilicone.
Le guerre di Roma imperiale con i suoi più grandi nemici, tra cui Arminio, Bato, Tacfarinas, Boudicca, Civilis, Decebalo, Bar-Kokhba, Zenobia, Shapur, e Alarico.
L'organizzazione legione, dagli emblemi delle unità alle decorazioni.
La scomparsa del 9 ° Hispana Legione.
e molto altro ancora

sabato 23 aprile 2011

Matronis Sacrvm pro salvute caesaris avgvsti germanici narcissvs g caesaris

                       Matronis Sacrvm pro salvute caesaris avgvsti germanici narcissvs g caesaris

venerdì 22 aprile 2011

cerimonia romana della Conclamatio sui morti


cerimonia romana della Conclamatio sui morti
Scena da un bassorilievo.
Vi è rappresentata probabilmente una scena dal secondo o primo secolo aC.
La cerimonia di rivolgersi ai morti con alte voci e suoni di strumenti per assicurarsi che non vive più.

domenica 17 aprile 2011

Anfiteatro romano di Nimes

Anfiteatro romano di Nimes

sabato 16 aprile 2011

Archeologia: riapre il Decumano Massimo ad Ercolano

(Adnkronos) - Per la prima volta dagli anni '80, infatti, le strade dell'antica Ercolano sono ora tutte aperte al pubblico. Nei prossimi anni i lavori continueranno con la riapertura di ulteriori aree, tra cui la Casa del Rilievo di Telefo e l'Antica Spiaggia con il suo percorso che condurra' fino alla Villa dei Papiri.

Molte delle lezioni apprese nell'ultimo decennio grazie all'Herculaneum Conservation Project sono potenzialmente applicabili ad altri siti archeologici: la messa in sicurezza di un sito a rischio, il miglioramento dell'accesso, un sistematico drenaggio delle acque, l'ottimizzazione delle risorse finanziarie e professionali e l'approccio conservativo verso i restauri precedenti, il rilancio di un criterio sistematico nella manutenzione programmata dopo un'interruzione di quasi cinquanta anni sono infatti solamente alcuni esempi di quanto realizzato in dieci anni 'sul campo' a Ercolano.

15/04/2011

venerdì 15 aprile 2011

Storia della nascita di Roma

In Romania scoperto un tempio della Dea Nemesi

Archeologi rumeni ad Alba Iulia hanno scoperto un tempio romano dedicato alla dea Nemesi all'interno della fortezza della città. Sono stati rinvenuto una statua della dea, un bassorilievo e un altare votivo.

Negli ultimi anni, gli archeologi di Alba Iulia vi è stato il ritrovamento di molti elementi della antica fortezza romana di Legione XIII Gemina.
La prima scoperta è stata fatta nei pressi della terza porta della Cittadella, dove sono state scoperti le fondamenti della caserma.
Un'altra scoperta è avvenuta el quarto cancello della Cittadella, dove gli scavi di ricerca hanno rivelato un altare di epoca romana .

martedì 12 aprile 2011

Conclamatio


Nel tardo antico, una caratteristica importante dei riti funebri è stato il conclamatio: la convocazione fuori il nome del defunto. Numerosi sarcofagi e rilievi dall'antichità raffigurano la conclamatio. Il Haterii ecco un esempio di questo. Il defunto si fonda su un divano, mentre quelli che stanno intorno a lei gridare il suo nome. Avrebbero continuato a farlo fino alla sepoltura. Se uno è stato cremato, sembra come se il conclamatio continuò fino al rogo era cosparso, spesso con vino e acqua. Una nota interessante: le persone che sono state cremate avevano spesso un pezzo di carne rimosso per essere sepolto. Servio, nel suo commento all'Eneide di Virgilio, dice che lo scopo di chiamare il nome è semplicemente quello di assicurarsi che siano morti. Questo è stato probabilmente come la consuetudine iniziata (insieme con il lavaggio del corpo con acqua calda), ma in seguito ha assunto connotazioni religiose. Probabilmente serviva uno scopo apotropaico, mantenendo gli spiriti dei defunti si attacchi intorno alla casa (dove la scia si è tenuta). Questo sembra anche essere stato lo scopo della musica ad alto volume e nenie ai funerali. I musicisti possono essere visti sul rilievo Haterii nell'angolo in basso a sinistra. famiglie abbienti potrebbero assumere musicisti professionisti e persone in lutto professionali (praeficiae) a lamentare ai funerali. 


domenica 10 aprile 2011

Domus Aurea. Pericolo di crollo per la casa di Nerone

Domus Aurea. Pericolo di crollo per la casa di Nerone
Libero - Roma 5/3/2011

«Fragile». Anzi, «molto fragile». In poche parole rischia di crollare. La Domus Aurea è stata monitorata con un radar satellitare e la diagnosi è tutt'altro che rassicurante. Ci sono fessurazioni e lesioni alle pareti, ha fatto sapere il sottosegretario ai Beni culturali, Francesco Giro. Non solo. Sono state rilevate deformazioni sull'area della parete absidata di uno degli ambienti riscaldati del percorso termale e sulla Cisterna detta "delle Sette Sale". Dissesti che, uniti alla consunzione delle malte delle murature, potrebbero essere monitorati, secondo Giro, «non solo potenziando la frequenza di campionamento dei radar satelliti», che viene eseguita ogni mese, «ma effettuando verifiche strutturali e attività di monitoraggio terrestre. A questa attività si potrebbe anche aggiungere», suggerisce il sottosegretario, «un telerilevamento da terra, già sperimentato con successo nel Foro Romano, per monitorare le deformazioni in atto sulla Domus Tiberiana al Palatino».

sabato 9 aprile 2011

Ancientvine - Virtual Roman House 3D Reconstruction




A brief walk thru tour of a virtual roman domus and other graphics.

venerdì 8 aprile 2011

ARQUITECTURA ROMANA

ARQUITECTURA ROMANA
ARQUITECTURA ROMANA



ARQUITECTURA ROMANA

martedì 5 aprile 2011

Gli Eroi di Roma

La Storia di Roma



La storia di Roma e del suo Impero dalla nascita alla caduta, passando per l'apice del potere al graduale declino. Le immagini provengono da un video-clip di Wikipedia che ho spezzettato: alcune date sono indicative, ma non errate. Infatti, Roma ha raggiunto la massima espansione nel 117 d.C. (nel video riporta il 140) ma la sostanza non cambia, il periodo è lo stesso, l'obiettivo è quello di raccontare molto semplicisticamente un pezzo a mio avviso fondamentale della storia dell'umanità.

Musica: Requiem for a dream

venerdì 1 aprile 2011

Foro di Nerva

                                                                                 Foro di Nerva